• Stefania Gaia Paltrinieri

Giovedì 3 e sabato 5 maggio a Brugherio il Festival dei Popoli e delle Culture



Giovedì 3 e sabato 5 maggio sono diverse le iniziative legate al Festival dei Popoli e delle Culture 2018 saranno dedicate al filo conduttore del richiamo alla terra di provenienza e al valore delle proprie origini anche quando si è in viaggio verso un nuovo Paese dove si spera di essere accolti.

Il Festival dei Popoli e delle Culture (negli anni precedenti Festa dei Popoli) è caratterizzato dalle iniziative promosse da diversi soggetti - il Comune, la Parrocchia San Bartolomeo, la Caritas, Mutàr, Dada Maisha e molte altre Associazioni - ma soprattutto dall’apporto di tanti concittadini originari di diversi Paesi del mondo.

Il 3 maggio verrà inaugurata alle 18,30 nella Galleria espositiva della Biblioteca la mostra fotografica dell'antropologo Marco Aime "Afriche. Immagini e voci. Il soffio degli antenati" proveniente dal Palazzo Ducale di Genova. In tutto una settantina di scatti fotografici realizzati da Aime in Mali, Ghana, Benin, Malawi, Tanzania, Congo e Algeria abbinati sapientemente a un proverbio della tradizione locale, metafora di una saggezza antica e comunque attuale, in un gioco talvolta convergente, talvolta divergente di significati. Una mostra 'parlante', come l'ha definita Enrica Meregalli, direttrice della Biblioteca Civica. In biblioteca è già possibile consultare il libro Il soffio degli antenati. Immagini e proverbi africani (Torino, Einaudi, 2017), testo tanto singolare e affascinante quanto evocativo dello stesso Aime, dal quale emergono la sensibilità dello studioso e la passione del fotografo, amatoriale ma capace di far dialogare due differenti forme di espressione.

In serata alle 21, Aime presenterà l'ultima sua fatica "L'isola del non arrivo. Voci da Lampedusa" (Bollati Boringhieri, 2018), frutto di quella che doveva essere una ricerca etnografica in terra di Lampedusa, ma che poi si è rivelata una trama irregolare di incontri densi di drammatiche narrazioni, cui non riusciva a restituire una lettura univoca. Vi sono riportate le 'voci da Lampedusa', una pluralità di racconti di chi vive da decenni un dramma letteralmente toccante dove tuttavia prevale su tutto la solidarietà tipica della gente di mare.

Pochi passi e nell’adiacente Sala conferenze sarà possibile visitare "Pianeta migrante", una seconda mostra, questa volta di illustrazioni, della Fondazione Štěpán Zavřel di Sàrmede (che noi a Brugherio conosciamo bene grazie a "Le immagini della fantasia"), che accoglie testimonianze e suggestioni fondamentali per interpretare e comprendere i percorsi di un’umanità in movimento, dove si affronta la tematica del viaggio sia dal punto di vista del dramma che spesso si consuma nelle traversate sia sull'importanza dei desideri e dei ricordi che si mettono in valigia.

Sabato 5 maggio dalle 15, sempre in Biblioteca, "L’isola che …c’è", laboratori e momenti musicali in cui i partecipanti saranno invitati ad esprimere emozioni e considerazioni sul ricordo della propria terra, condividendo detti o proverbi del proprio Paese di provenienza.

Intorno alle 19 la Jam session musicale con Saba Group farà da cornice ad un momento conviviale – Aperitivo “Music en pliein air“ - caratterizzato dai cibi di varie tradizioni etniche.

Info: Ufficio Istruzione del Comune di Brugherio - tel. 039 2893.391/271 - istruzione@comune.brugherio.mb.it


#brugherio

Eventi, notizie, attività di NordMilano
© Copyright 2018 - nordmilanonline.it è un blogzine realizzato da Stefania Gaia Paltrinieri - Cinisello Balsamo - P. IVA 10174510965

Potrebbe interessarti anche: https://www.cinisellonline.it

  • Facebook - Grey Circle
  • Google+ - Grey Circle
  • YouTube - Grey Circle
  • Pinterest - Grey Circle
  • Instagram - Grey Circle